top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreMastro

Birra tra gli ulivi del Castello

Nella giornata del 15 Maggio, in collaborazione con Slow Food® Lanciano, avremo modo di far conoscere il Castello Medievale di Roccascalegna e il suo Borgo Artigiano. La giornata prevede un punto d'incontro nella P.za Umberto I alle ore 9.30 per poi essere accompagnati nel Castello dalle guide del paese. Il castello di Roccascalegna è una struttura difensiva situata nel comune di Roccascalegna, in provincia di Chieti. Posto sulla cima di una sporgenza rocciosa, in posizione dominante sull'abitato, ha fondazione molto antica e subì numerose aggiunte fra il Cinquecento e il Seicento.

I fondatori di Roccascalegna furono i Longobardi che, a partire dal 600 d.C., occuparono stabilmente l’attuale Molise e l’Abruzzo meridionale, dopo essere discesi dall’Italia settentrionale. Conseguenza di ciò fu l’allineamento delle guarnigioni Bizantine sulle rive dell’Adriatico. Nella logica di tale conflitto si spiega la costruzione della Torre d’Avvistamento, prima, e del Castello, in seguito, sull’imponente ammasso roccioso che domina la valle del Rio Secco (affluente dell'Aventino) proprio ad opera dei Longobardi.

Una volta finite le ostilità tra i due popoli, escludendo una nota di carattere contabile del 1320, non troviamo nessuna fonte storiografica che parli del Castello di Roccascalegna sino al 1525. In tale anno possiamo rilevare una descrizione della struttura restaurata del Castello, in ottemperanza alle nuove esigenze necessarie con l’avvento delle armi da fuoco.

Un ulteriore atto notarile descrive il restauro della gradonata d’accesso del Castello di Roccascalegna, ma ormai siamo già nel 1705.

Dal 1700 il Castello di Roccascalegna ha conosciuto tre secoli di abbandono, nei quali lo stesso è stato preda delle intemperie e dei saccheggi della popolazione locale, sino alla donazione al Comune di Roccascalegna, avvenuta nel 1985, da parte dell’ultima famiglia feudataria, ossia quella dei Croce Nanni.

Immediatamente sono iniziati i lavori di restauro che hanno riportato il Castello di Roccascalegna al suo antico splendore nel 1996. (fonte www.castelloroccascalegna.com) Dopo la visita presso la Tap Room del Microbirrificio Delphìn ci sarà la degustazione delle birre premiate negli anni dalla "Guida alle birre d'Italia" SlowFood con prodotti di aziende locali. Il mastro birraio avrà modo di incuriosirvi con aneddoti e curiosità sulle materie prime utilizzate che caratterizzano il terroir delle birre Delphìn. Concludiamo con un pic nic sotto gli ulivi del Castello con una degustazione guidata sull'olio prodotto in Abruzzo dall'Azienda Ursini. La degustazione dell’olio extravergine di oliva è un momento tanto atteso quanto cruciale. Il motivo è semplice: con questa pratica riesci a riconoscere un prodotto di qualità da uno scadente. per info e prenotazioni Davide Ammirati 3203815379



44 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


Post: Blog2_Post
bottom of page